Solidarietà attiva per profughi e rifugiati

settembre 5, 2014

Sabato 6 settembre a Battaglia Terme (Pd), alle ore 11 in piazza della Libertà a manifestare in solidarietà con i profughi ed i rifugiati che fuggono dalle guerre e dalle persecuzioni e dalla morte per trovare i razzisti italioti, come i leghisti ed i para-fascisti, che, in violazione della legge Mancino, incitano alla loro discriminazione ed espulsione. La manifestazione è organizzata da numerose associazioni di solidarietà coi migranti della zona: Le botteghe del commercio equo e solidale ” La bilancia” di Este e “Il colibrì ” di Monselice, Il comitato “Lasciateci respirare” di Monselice, Associazione ADL Cobas Bassa Padovana, Razzismo Stop di Padova, Casa dei diritti don Gallo di Padova, Associazione “La Vespa” – Battaglia Terme, Associazione “Il Moraro” – Bagnoli di Sopra.
Che in Italia non sia naufragata anche la nostra residua solidarietà, già minata dalla crisi economica. Per una sola Umanità, Migranti tutti!

la zattera della medusa 1819 theodore gericaultLa zattera della medusa, 1819, Theodore Gericault

L’APPELLO
SOLIDARIETÀ ED ACCOGLIENZA
PER I PROFUGHI CHE FUGGONO DALLE GUERRE
Sabato 6 settembre, Battaglia Terme ore 11 in piazza della Libertà
Le nostre associazioni, da decenni impegnate sul fronte della solidarietà nei confronti del Sud del mondo e nella difesa dell’ambiente, ritengono doveroso accogliere i profughi in fuga da paesi dove sono vittime di violenza, guerra e fame.
I numerosi conflitti oggi in corso nel nostro pianeta costringono curdi, afgani, libici, somali, iracheni, palestinesi, siriani a fuggire dalle loro terre per cercare un paese dove poter ricostruire la propria esistenza. Quelli che arrivano in Italia, attraversando deserti ed il Mediterraneo oltreché sofferenze inenarrabili, sono persone ferite nella dignità, scippate della speranza, bisognose delle cure e delle attenzioni delle nostre comunità.
Dobbiamo accogliere senza paura, scalfire l’indifferenza della nostra società che fonda la sua ricchezza sull’ingiustizia. Oggi, in Italia, si parla di ‘invasione’ quando i rifugiati che vivono nel nostro Paese sono 78mila su una popolazione di 60 milioni di persone. A Battaglia Terme e a Montagnana, è bene ricordarlo, sono ospitate tre decine di persone tra cui bambini, donne e uomini, gli stessi che se rimangono in Africa hanno tutta la nostra solidarietà ma appena osano attraversare il Mediterraneo diventano invasori da cacciare.
Vorremmo sfatare, inoltre, una menzogna diffusa a scopo di propaganda politica: i profughi, che in buona parte dei casi attraversano l’italia per ricongiungersi con i loro cari in altri paesi europei, non ricevono 35 euro al giorno. 32.50 vanno alle cooperative che gestiscono il servizio di accoglienza, 2.5 euro a loro.
Riteniamo strumentale e grave, inoltre, contrapporli ai disoccupati di casa nostra: la responsabilità della diffusa disoccupazione che colpisce tanti italiani e tanti europei ricade su scelte politiche assunte nel tempo a livello nazionale, europeo e internazionale indirizzate a risolvere i problemi economici contrapponendo lavoratori a lavoratori, occupati a disoccupati, stanziali a migranti, giovani a pensionati, precarizzando il lavoro, distruggendo i diritti di molti a favore di chi ha già potere e ricchezza.
Il diritto di asilo è tra i diritti fondamentali dell’uomo riconosciuti dall’art. 10 della nostra Costituzione. Il riconoscimento del rifugiato è, invece, entrato nel nostro ordinamento con l’adesione alla Convenzione di Ginevra.
Fascisti e leghisti non rappresentano il territorio in cui viviamo, la Bassa Padovana, terra di migranti negli anni della povertà, può essere oggi terra di accoglienza.

Per far sentire la nostra voce ed esprimere solidarietà a chi fugge dalle guerre e dalla miseria sabato mattina alle 11 ci troveremo in  piazza della Libertà (angolo via Matteotti) a Battaglia Terme.

Prime adesioni:
Le botteghe del commercio equo e solidale
“La bilancia” di Este e “Il colibrì ” di Monselice
Il comitato “Lasciateci respirare” di Monselice
Associazione ADL Cobas Bassa Padovana
Razzismo Stop di Padova
Casa dei diritti don Gallo di Padova
Associazione “La Vespa” – Battaglia Terme
Associazione “Il Moraro” – Bagnoli di Sopra
.        logo benero

.Foto cronaca della manifestazione 

RESTIAMO UMANI
Battaglia Terme, piazza della Libertà, sabato 6 settembre 2014 ore 11.
Folta la partecipazione, una sessantina di persone, ad una manifestazione di questo tipo, in un piccolo paesino, in periodo di crisi economica e morale, quasi tutte della zona. Una manifestazione solidale e indigena a risposta di quella tenutasi sabato scorso da una cinquantina di energumeni razzisti stranieri di Forza nuova. La manifestazione, ai margini del mercato,  accuratamente presidiata dalle Forze di Polizia, è di tipo interetnico e culturale. Senza limiti d’età. Poche parole di rappresentanti di alcune associazioni aderenti danno in-formazione e creano relazione.

manifestazione rifugiati battaglia terme

Sara Casa beni comuni

Inizia Sara, della Casa beni comuni di Monselice, a spiegare che l’Italia è un paese di migranti, non dovrebbe essere razzista ma aperto, disponibile all’accoglienza.   

Mbarak El Lastri

Mbarak El Lastri Adl Cobas

Segue Mbarak El Lastri, delegato Adl Cobas di Monselice, per l’integrazione a partire dal lavoro. Poi la parola passa ad Alessandra, de “La vespa” di Battaglia Terme, a ribadire il significato di territorio. “Il territorio non è solo la bella piantina, è un insieme di relazioni con le persone, con l’altro”.  

loris vanzan manifestazione rifugiati battaglia terme

Loris Vanzan Anpi

Dopo di lei Loris Vanzan, dell’Anpi e Rifondazione Comunista di Terme Euganee, denuncia l’emarginazione e la messa in povertà degli immigrati. Maria Teresa Di Riso, Sel di Padova, rilancia i valori di legalità, umanità e giustizia: “ Gli uomini miseri sono i razzisti, la Lega Nord e Forza Nuova, loro rappresentano la miseria umana”. Di umanità negata dice Beatrice, del Consorzio Parco Colli Euganei: “Il compito dell’Occidente è di riprendere la nostra umanità, accogliere con spirito di fratellanza e di amore”. 

francesco miazzimanifestazione rifugiati battaglia terme

Francesco Miazzi Comitato lasciateci respirare

A finire, Francesco Miazzi, del Comitato Lasciateci respirare di Monselice, parla dei valori di solidarietà e di accoglienza che devono essere un perno dell’agire quotidiano. E conclude: “Restiamo umani!”.

restiamo umani manifestazione rifugiati battaglia terme

Restiamo umani!

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: