Centro documentazione Manicomio Rovigo

ottobre 4, 2013

Sabato 5 ottobre alle ore 16 a Granzette, via Cavalletto 37, si costituisce il Centro documentazione (testimonianze e memoria) del Manicomio di Granzette (Rovigo). Per raccogliere-conservare documenti, fotografie, filmati, testimonianze e manufatti vari degli internati al manicomio di Rovigo, in ricordo di tutti gli esuli lì relegati e costretti a sopravvivere: “Un nome un volto ad ogni persona internata in OPP”. La costituzione del “Mani-doc” (documentazione-manicomiale) è propedeutica ad un Museo della Memoria del Manicomio di Rovigo.

CENTRO-DOCUMENTAZIONE
Per documentazione si intende la messa a disposizione, per consultazione: di tutti i libri, le pubblicazioni ed il documentario cinematografico sul manicomio di Granzette; di oltre 300 fotografie del periodo 1979-1996; di articoli e interviste, pubblicate sui giornali, agli internati in manicomio ed esuli dopo la chiusura; di schede, mappe, documenti catastali e manufatti di vario tipo (come il plastico del manicomio). Inoltre è possibile mettere in relazione i familiari, o gli interessati, con infermieri e personale psichiatrico del periodo manicomiale. Il Centro documentazione è propedeutico al Museo della Memoria del Manicomio perché è lì dentro, all’area manicomiale, che va situato, con la sua rispettosa dignità di testimonianza di un tragico passato di “maggioranza deviante” e da lì proporre anche visite guidate alla memoria (come si fa a Venezia S.Servolo, per esempio). 
La credenza della memoria alla “corte” del III uomini sotto un dipinto del “pittore del manicomio”. Questa camerata di un reparto ben conservato e perfettamente agibile è la sede naturale del Centro documentazione del manicomio provinciale se l’Ulss volesse ascoltare…

Raccolta dati e documenti
Si invitano 
tutti coloro i quali avessero del materiale – fotografico o di altro tipo, che possa essere conservato ed esposto presso il Mani-doc, a mettersi in contatto per la donazione.
Credenza della memoria manicomio di granzette
Credenza della memoria presso Manicomio di Rovigo. Fra fotografie, documenti ed oggetti si riconoscono due bottoni fotografici, una bambola fatta nel laboratorio sartoria degli anni cinquanta, la bolla con il plastico del manicomio….

La credenza della memoria manicomiale
In epoca contadina e fino al boom economico degli anni ’70 del secolo scorso, usava affiggere le fotografie dei famigliari e dei morti alla credenza di casa. In cucina, a dare memoria e presenza nell’abituale luogo di ritrovo della famiglia e degli ospiti. I morti manicomiati non hanno una vetrina dove fare presenza. Dopo una vita in manicomio, alla morte sono stati seppelliti nei comuni di nascita, volutamente rimossi e dimenticati. Il Centro documentazione manicomio di Granzette-Ro, vuole creare una credenza, ed un armadio, per conservare ed esporre memoria di persone –  fotografica, di documenti e di manufatti – che fanno parte della nostra storia ed umana consapevolezza.

Centro documentazione manicomio di rovigo

Il manicomio … che fu un tempo la fortezza visibile dell’ordine,
è diventato ora il castello della nostra coscienza.
Michel Focault

*
*
*
*
*
*
*
*
*

IL LIBRO
> Cronache sociali dal manicomio di Granzette, libro-dvd
MEMORIA
Visita guidata al Manicomio  di Rovigo: 9 settembre 2000
ATTUALI

> Visita guidata al manicomio di Rovigo
> Visita guidata al manicomio di Rovigo due
> Il parco non è il manicomio       °

°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
°
un volto un nome
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Come Redazione Biancoenero (per i Diritti Umani e la Giustizia sociale), consideriamo gli internati manicomiali  come vere e proprie “vittime di guerra”, di una guerra di esclusione sociale e di segregazione, mossa e vinta dalle armate della “maggioranza deviante”. Alla società tutta, in nome ed a nome di una ri-conciliazione nazionale, per dovere di cronaca e per rispetto per le vittime, va “liberata” e riconsegnata quella identità per troppo tempo negata e reclusa.
.
.
.
.
.
.
.

La pubblicità è arbitraria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: